Medical Topics

Sindrome di iperventilazione
Elenco > Sindrome di iperventilazione




Sindrome di iperventilazione è una condizione acuta o cronica in cui un individuo respira troppo e ad un ritmo più rapido di quello necessario per le esigenze del corpo, che cambia la chimica del sangue, influenza la funzione dei nervi e dei muscoli, e diminuisce anche il flusso di sangue al cervello. Gli individui con questo disturbo di solito rivolgersi al medico e la paura che qualcosa sta accadendo al loro corpo. I sintomi spesso si rafforzano le convinzioni dell'individuo vi sia pericolo imminente di danni fisici, aumentando ulteriormente il livello di ansia.
Sindrome di iperventilazione è di solito generato da intensa paura o ansia. Anche se vi è una considerevole sovrapposizione di sintomi tra sindrome di iperventilazione e attacchi di panico, queste condizioni sono separati. Circa il 50% degli individui con disturbo di panico hanno sintomi iperventilazione, e il 25% degli individui con sindrome di iperventilazione ha un disturbo di panico.
Le persone spesso non sono consapevoli che hanno modificato la loro respirazione. I sintomi possono essere visti durante il pianto prolungato sia da normale dolore o un disturbo depressivo. Sindrome di iperventilazione acuta è più facile da diagnosticare la sindrome di iperventilazione cronica, in cui gli individui possono presentare con respiratori, cardiaci, neurologici o sintomi gastrointestinali senza ritmo di respirazione troppo evidente.
Il meccanismo di fondo è sconosciuta, ma alcuni fattori scatenanti possono provocare una risposta esagerata delle vie respiratorie in soggetti sensibili. I trigger possono includere stress emotivo e livelli di acido lattico che si accumulano in risposta all'esercizio fisico, la caffeina, l'anidride carbonica, alcuni farmaci come isoproterenolo, e alcuni ormoni come la colecistochinina. Gli individui con la sindrome di iperventilazione tendono a respirare utilizzando i muscoli superiori del torace, piuttosto che il diaframma, in modo che i loro polmoni sono cronicamente eccessivamente gonfia. Quando lo stress induce la necessità di fare un respiro profondo, l'individuo si sente a corto di fiato, che crea più ansia e inizia un circolo vizioso.
Rischi
Sebbene non chiari fattori genetici sono stati trovati, parenti stretti di persone con sindrome di iperventilazione sono più probabilità di avere la malattia. La femmina-maschio rapporto non può avvicinarsi a 7 a 1. Alcuni casi sono stati segnalati in tutte le età, tranne i bambini, con l'età di picco di incidenza 15-55 anni {} Newton.
Incidenza e prevalenza
Fino al 10% di individui in medicina generale medicina interna negli Stati Uniti ha avuto una diagnosi primaria di sindrome di iperventilazione; acuta conti sindrome iperventilazione solo l'1% dei casi {} Newton.
Storia
Gli individui possono avere una storia di episodi ricorrenti di sensazione di fiato corto o di essere in grado di riempire i polmoni. Essi possono presentarsi con sentimenti di spine-e-aghi (parestesie) alle dita delle mani e dei piedi e intorno alla bocca, spasmi nei muscoli delle mani e / o piedi (spasmo carpopedal), e sensazioni di vertigini, debolezza, secchezza della bocca, o realtà distorta quali allucinazioni visive. Ci sono spesso preoccupazioni di un attacco di cuore, ictus, soffocamento, o altri danni fisici. Sensazione che il battito del cuore è pesante e rapido (palpitazioni) è comune. L'attenzione e la concentrazione sono limitate a causa di paura o di panico. Ogni episodio è vissuta intensamente come la prima.
Gli individui con la sindrome di iperventilazione acuta può presentarsi con grande agitazione e ansia. Storia più spesso include improvvisa comparsa di dolore al petto, mancanza di respiro, o sintomi neurologici quali vertigini, debolezza, svenimento, parestesie o dopo un evento stressante. L'ingestione di aria durante ritmo di respirazione troppo può portare a sintomi gastrointestinali tra cui gonfiore, eruttazioni, gas in eccesso, e una sensazione di pressione sulla parte superiore dell'addome.
Esame fisico
L'individuo può essere invitato a iperventilazione. Se questo riproduce i sintomi, la diagnosi è confermata. Nella sindrome di iperventilazione acuta, può essere ovvio che l'individuo sta respirando rapidamente e profondamente. La parete superiore del torace può essere offerta da affaticamento muscolare. Cambiamenti chimici associati a livelli di carbonio sono diminuite di anidride può provocare spasmo carpopedal, respiro sibilante, o diminuzione dei livelli di calcio nel sangue associata ad anomalie caratteristiche di contrazione muscolare (Chvostek o Trousseau i segni). I segni fisici di ansia possono includere agitazione (tremore), dilatazione delle pupille (midriasi), pallore (pallore) e battito cardiaco accelerato (tachicardia). Nella sindrome di iperventilazione cronica, respirazione rapida e profonda di solito non è evidente, ma l'individuo può sospirare profondamente 2 a 3 volte al minuto.
Test
I test possono stabilire una diagnosi medica per tenere conto della iperventilazione. Elettrocardiogramma (ECG) può rivelare cambiamenti caratteristici. Gas del sangue possono mostrare anomalie caratteristiche associate a ritmo di respirazione troppo. La radiografia del torace è indicato quando la malattia del cuore o dei polmoni si sospetta.
Se presunta sindrome da iperventilazione acuta non è stata ancora diagnosticata, il trasporto in ospedale per un'ulteriore valutazione può essere indicato. Le persone dovrebbero essere più consapevoli del loro respiro e addestrati a usare il diaframma e l'addome piuttosto che la parte superiore del torace. L'individuo può essere istruiti a respirare attraverso il naso e non la bocca durante un attacco come un modo per limitare il ritmo di respirazione troppo. Anche se gli individui possono respirare in un sacchetto di carta per evitare i cambiamenti del sangue chimica e altri sintomi di iperventilazione, respirare nuovamente da un sacchetto di carta può essere pericoloso in individui con polmonari diagnosticate o malattie cardiache e non è quindi raccomandato.
Psicoterapia di sostegno può rassicurare la persona che lui o lei è sempre abbastanza ossigeno durante un attacco. Qualsiasi malattia di base psicologica deve essere trattato se l'individuo è in grado di cambiare il focus proprio da fisici a questioni psicologiche. Farmaci ansiolitici, sedativi, beta-bloccanti, e antidepressivi triciclici può essere utile in individui selezionati ma non dovrebbe essere somministrato per periodi prolungati.
Maggior parte delle persone può essere insegnato a gestire questa sindrome se stessi. Alcuni rimarranno fissati sui loro sintomi fisici tuttavia, anche con il più abile psicoterapeuta, e continui ad avere episodi di iperventilazione.
La morte è estremamente raro, ma può derivare da attacco di cuore (ischemia miocardica) in soggetti con preesistente malattia coronarica. Le complicanze possono verificarsi da test non necessari, come l'angiografia o da alcuni trattamenti (ad esempio, fluidificanti del sangue).
L'individuo può debole perché la quantità di biossido di carbonio diminuisce con respirazione troppo, causando diminuzione del flusso sanguigno al cervello. Gli individui che cadono durante lo svenimento potrebbe verificarsi lesioni. Se costretti a restare in piedi, individuo può avere un sequestro o di ulteriore riduzione del flusso di sangue al cervello. I cambiamenti nella chimica del sangue associate a ritmo di respirazione troppo possono includere diminuzione di calcio che provoca contrazioni muscolari o spasmi, diminuzione di potassio che provoca debolezza generalizzata, o diminuita fosfato che possono causare spille-e-aghi (parestesie) e debolezza.
Disturbi del ritmo cardiaco possono derivare da iperventilazione. Sindrome di iperventilazione può svilupparsi in una tale preoccupazione per la malattia di cuore (nevrosi cardiaca) che gli individui imporre limiti sulle loro attività. In individui più anziani con malattia coronarica, diminuzione dei livelli di biossido di carbonio associate a ritmo di respirazione troppo può favorire vasi più stretti che irrorano il cuore e causare danni al muscolo cardiaco.
Alloggio possono comprendere la modifica situazioni di lavoro identificabili che provocano l'iperventilazione, come ad esempio la necessità di indossare indumenti protettivi sul viso o di essere in un affollato, ambiente di lavoro rumoroso. L'individuo dovrebbe essere introdotto gradualmente a situazioni stressanti sotto la supervisione e il sostegno adeguati. Altri alloggi possono comprendere la fornitura di un programma flessibile del lavoro per visite mediche o psichiatriche e lasciando il tempo pausa, piuttosto che un orario fisso, in base alle esigenze individuali. Attività altamente stressanti quali macchinari deve essere temporaneamente modificato. L'area di lavoro può anche essere modificato per ridurre il rumore o distrazioni visive.
Se un individuo non riesce a recuperare entro il periodo di durata massima prevista, il lettore può prendere in considerazione le seguenti domande per capire meglio le specifiche del caso medico di un individuo.
Per quanto riguarda la diagnosi
  • Ha individuo ha paura intensa, ansia o stress emotivo?
  • È individuale tenendo isoproterenolo o colecistochinina?
  • Ha individuo ha ricorrenti episodi di sensazione di fiato corto o di essere in grado di riempire i polmoni?
  • Ha individuo ha parestesia alle dita delle mani e dei piedi e intorno alla bocca? Ha individuo ha spasmo carpopedal?
  • Fa individuali preoccupazioni espresse di un attacco di cuore, ictus, o soffocamento?
  • Ha individuale si lamentano di palpitazioni?
  • Hai presente individuo con grande agitazione e ansia?
  • Ha individuo ha un esordio improvviso di dolore al petto, mancanza di respiro, o sintomi neurologici quali vertigini, debolezza, svenimento, parestesie o dopo un evento stressante? Dispone di aria inghiottita?
  • Ha individuale si lamentano di sintomi quali gonfiore, eruttazioni, gas in eccesso, e una sensazione di pressione sulla parte superiore dell'addome?
  • Ha individuo aveva prove per stabilire una diagnosi medica per tenere conto della iperventilazione, come ECG, emogasanalisi o di una radiografia del torace?
  • Sono condizioni con sintomi simili stato escluso?
Per quanto riguarda il trattamento
  • È la causa di iperventilazione è stato diagnosticato? E 'in cura?
  • È individuale state rese più consapevoli del modello di respirazione?
  • È individuale stati addestrati a usare il diaframma e l'addome piuttosto che la parte superiore del torace per la respirazione?
  • Partecipazione è individuale in psicoterapia?
  • Sono farmaci anti-ansia, sedativi, beta-bloccanti, o antidepressivi triciclici stato provato?
Per quanto riguarda la prognosi
  • E 'datore di lavoro individuale in grado di ospitare ogni necessaria limitazione?
  • Ha individuo ha tutte le condizioni che possono influire sulla capacità di recupero?
  • Ha individuo ha tutte le complicazioni, come svenimento, ferite da caduta, cambiamenti nella chimica del sangue, parestesie, debolezza, o disturbi del ritmo cardiaco?
  • Ha messo a punto un individuo nevrosi cardiaca?
Fattori che influenzano Durata
I fattori sottostanti che causano la condizione, la presenza di complicanze, e la risposta individuale al trattamento possono influenzare la durata disabilità.
Termini correlati
  • Over-Sindrome di respirazione
  • Iperventilazione psicogena
Diagnosi differenziali
  • Sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS)
  • thyroiditis di Hashimoto;
  • Fibrillazione atriale o flutter
  • Disturbo di personalità borderline o istrionico
  • La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l'enfisema
  • Conversione disordine
  • Costocondrite
  • Cardiomiopatia dilatativa o restrittiva
  • Epilessia
  • Un attacco di cuore (infarto del miocardio)
  • Ipertiroidismo
  • Malattia di Meniere
  • Metaemoglobinemia
  • Altro acidosi metabolica
  • Il disturbo di panico
  • Fobia
  • Effusione pleurica
  • Polmonite
  • Pneumotorace
  • Embolia polmonare
  • Schizofrenia
  • Inalazione di fumo
  • Venoso embolia gassosa
  • Molto bassa (ipoglicemia) o molto alta (chetoacidosi diabetica) i livelli di zucchero nel sangue
  • Sindromi di astinenza
Specialisti
  • Internist cardiovascolare
  • Psicologo Clinico
  • Gastroenterologo
  • Neurologo
  • Psichiatra
  • Pneumologo
Condizioni di comorbilità
  • Patologia cardiovascolare
  • Disturbi psichiatrici
  • Patologie respiratorie: